Arredare in stile industriale: l’abc per iniziare

Il design dello stile industriale è ormai noto a tutti e commercializzato,anche, nei più famosi negozi di arredamento: ferro, legno grezzo e oggetti vintage disposti qua e là ne sono i protagonisti. Ma come si combinano fra loro questi elementi per creare un atmosfera armonica e accogliente? Ne parleremo nei prossimi paragrafi, considerando gli aspetti essenziali per poter progettare i diversi ambienti seguendo il modello industrial.

Una cucina arredata con elementi in stile vintage

Se avete un loft o un open space siete certamente fortunati, perché è lo spazio abitativo ideale concepito per l’arredamento industriale.Tutto nasce intorno agli anni cinquanta a New York. Grandi magazzini e fabbriche dismesse vengono trasformate in suggestive residenze, spesso di lusso, in cui le divisioni murarie tra le diverse stanze sono praticamente inesistenti. Anche l’arredo, di conseguenza, rimanda alla memoria di quelle antiche fabbriche. Ed ecco che contemporaneo e vintage si fondono e danno vita a linee sobrie ed essenziali.

MATERIALI GREZZI E DI RECUPERO PER UNO STILE INDUSTRIALE VISSUTO

Legno, metallo, cemento, mattone a vista e pelle sono irrinunciabili nello stile industriale, meglio se lasciati grezzi e rovinati. L’aria da “non finito” è caratteristico ed è ciò che renderà ancora più suggestivo il vostro ambiente. Per le scaffalature viene spesso utilizzato il metallo nero che lascia intravedere il muro o in aggiunta il legno se si tratta di armadi con ante. Bellissime sono poi le vecchie insegne in ferro, recuperate e sistemate per decorare pareti o arredi. Daranno un tocco retrò con poco! Per i complementi in tessuto generalmente si preferisce impiegare la pelle, per divani e pouff, il lino e la juta che essendo un materiale molto resistente ben si adatta anche a rivestire divertenti complementi. Vi suggerisco di visitare il sito dell’azienda spagnola Deyute, in cui è possibile acquistare sacchi da caffè usati in juta marchiati, perfetti per far confezionare pouff rotondi e quadrati.

Un esempio di mobile in metallo

LO STILE INDUSTRIALE AMA I COLORI OPACHI E LEGGERI

Le colorazioni utilizzate possono cambiare radicalmente l’aspetto di una stanza o di un angolo. Nello stile industriale non potete sbagliare. I colori sono delicati, spesso legati alla sfera dei marroni o grigi e loro declinazioni, proprio a richiamare i materiali utilizzati. Se vi possono sembrare ripetitivi e spenti, potete anche decidere di accendere l’ambiente con qualche guizzo di colore: aggiungendo, magari, una lampada vintage da tavolo anni ’60 oppure tanti cuscini originali. Una tonalità davvero di tendenza è il color ruggine, che tendendo all’arancione si sposerà molto bene con il legno e riscalderà lo spazio. Se vi piacciono, invece, le colorazioni più spente, la scelta si può orientare verso un verde bosco. Vi consiglio, in ogni caso, di inserire il legno nella vostra palette che potrà compensare le tonalità fredde di metallo e cemento.

Esempio di palette di colori utilizzati nello stile industriale

L’ILLUMINAZIONE IDEALE PER LO STILE INDUSTRIALE

L’illuminazione nello stile industriale è forse l’aspetto più originale e divertente da progettare. Lampade a parete, a sospensione e da tavolo sono ispirate ai veri e propri modelli utilizzati nelle fabbriche. Potete scegliere tra lampade vintage originali, trovate  magari in mercatini dell’usato, oppure modelli riprodotti da aziende d’illuminazione. La Ferroluce, per esempio, ne realizza diversi pezzi, con dettagli decorativi davvero interessanti. Sono molto apprezzati, ultimamente, sistemi di lampade disposte ad altezze diverse in cui i fili, ben visibili, ne sottolineano il disegno. Sono l’ideale se dovete arricchire tavoli o banconi nella zona cucina. Provate a sbirciare tra le proposte ideate dall’azienda emiliana Renzo Serafini. Bellissime lampade in stile industriale dalle linee squadrate e minimali sono presentate anche nella versione da esterno e con pile. Anche qui è la struttura la protagonista. Il bulbo è quasi sempre visibile e i reticolati di ferro creano deliziosi effetti luminosi. Solo nel caso di lampade in cemento non avremo una luce diffusa ma diretta. Potete pensare di inserire questi pezzi su un tavolo della zona pranzo o angolo bar.

Esempio di lampada dalle linee vintage
Photo credit: Pinterest

Lascia un commento