Aria di Spagna

L’Hotel Barcelò Torre de Madrid è un luogo inaspettato, molto scenografico e intriso di elementi dagli accenti tipicamente spagnoli.

Andare a Madrid e non soggiornare, almeno per una notte, nello straordinario Hotel Barcelò Torre de Madrid, progettato dall’architetto spagnolo Jaime Hayon nel 2017, è davvero una follia! E sono sicura che me ne darete ragione. L’edificio in cui è inserito risale al 1957 e rappresenta uno dei simboli più forti della città moderna con i suoi 142 metri di altezza e i 34 piani. L’hotel ne occupa 9 che affacciano direttamente sulla bellissima Plaza de España, una delle piazze più grandi della Spagna. L’idea progettuale di base era riuscire a legare le componenti autentiche che descrivono al meglio il passato della Spagna con i caratteri distintivi del presente. Gli interni sono un mix di stili perfettamente equilibrati ed includono elementi che evocano antichi archi romani e dettagli arabeggianti. Il tutto armonizzato ad arredi moderni di aziende note europee come Cassina, BD Barcelona e Gubi.

Il bar Garra

L’atrio rompe ogni schema: una scultura gigante di un orso zebrato vi da il benvenuto con il classico cenno del cilindro. Lo spazio intorno è totalmente open e fa apprezzare le differenti aree in cui è suddiviso il piano terra. Da una parte il bar Garra, progettato per sorprendere con il suo mobile bar che è probabilmente il più alto della città e si proietta verso l’alto. Dall’altro due rinomati ristoranti per assaporare i piatti tipici locali.

L’atrio con la bellissima scultura dell’orso zebrato

Non mancano poi aree dedicate al benessere e alla cura del corpo con cabine massaggi e spa, una piscina e una zona solarium che gode della splendida vista della città.

Ogni angolo dell’Hotel Barcelò Torre de Madrid è studiato nei minimi particolari e intriso di elementi legati in modo prezioso alla Spagna. Come ad esempio le numerose opere d’arte che si ritrovano qua e là commissionate allo studio Klunderbie. sono una serie di fotografie che ritraggono soggetti e volti tipicamente spagnoli che rappresentano per la città una vera icona. Un torero, un vestito per flamenco e curiosi copricapi.

Una delle opere d’arte con soggetti tipicamente spagnoli

I colori sono tenui e pastello e le forme sinuose degli arredi ne ricordano le geometrie di una volta. Le camere seguono anch’esse lo stile di Hayon e si contraddistinguono tra loro per colori e finiture.

Una delle camere con colori tenui e finiture dorate

Photo by Francisco Nogueira

Lascia un commento