fbpx
Caffè di design

Un audace cocktail bar dal sapore antico

Aprile 1, 2020

Lo studio Stocco architetti trasforma un ex fabbrica in un locale di tendenza con un offerta gastronomica eccellente.

L’atmosfera all’interno del ristorante e cocktail bar “Castelli in Aria”, a Castelfranco Veneto, è avvolgente e ricca di ispirazioni. Sarà per la splendida reinterpretazione di elementi stilistici del passato o per l’utilizzo sapiente di materiali tradizionali, ma una cosa è certa, il risultato è perfetto. Il progetto di ristrutturazione, affidato allo studio Stocco Architetti, è stato capace di unire accenti contemporanei, dettagli tradizionali e intense sfumature di colore. “In origine questo locale era una fabbrica. Uno dei primi aspetti che abbiamo dovuto considerare era, quindi, il legame con il passato. Doveva necessariamente essere mantenuto vivo” racconta l’architetto Diego Stocco, uno dei fondatori dello studio.

Lo spazio è suddiviso in diversi ambienti, ciascuno caratterizzato da arredi di gusto realizzati completamente su disegno. Ne sono un esempio i tavolini con il piano in vetro laccato grigio impreziositi con profili in ottone, i divanetti in velluto color cipria , la boiserie con specchi rosa alle pareti ed il mobile porta bicchieri con struttura in legno laccato nero ed ante in ottone.

Tutto è studiato nei minimi particolari e contribuisce a creare un interessante dinamismo, accompagnando gli ospiti nelle loro serate.

Si può gustare un aperitivo, una cena, o un dopocena degustando uno dei vini dell’ampia selezione comodamente seduti all’interno di uno dei due grandi salotti, nella zona lounge in velluto turchese o nel bar realizzato con il velluto grigio. Ognuno potrà trovare il suo spazio perfetto.

“Abbiamo utilizzato una ricca tavolozza di tonalità di rosa e verde, accostati a richiami bordeaux per infondere nuova vita alle superfici ed al vecchio pavimento in legno.” spiegano i progettisti. Le sfumature sono pacate e morbide proprio per contribuire a creare angoli intimi e confortevoli.

Photo credits: Federico Marin Photograhy

www.studiostocco.com

    Leave a Reply